Daniela Silivas: la DTB Cup del 1987

Come ho già detto, per Daniela Silivas il 1987 è l’anno della consacrazione come campionessa europea. In quella competizione infatti ha conquistato l’oro nel concorso individuale, nelle parallele asimmetriche, nella trave e nel corpo libero e l’argento nel volteggio. Del Mondiale parlerò la prossima volta, ora mi soffermo sulle altre gare a cui ha partecipato nel corso della stagione. I risultati, non ci sarebbe neppure bisogno di dirlo, sono sempre di assoluta eccellenza.

.
All’Avignon International ha dominato il concorso individuale.

.
Alla DTB Cup si è piazzata prima nel concorso individuale, nella trave e nel corpo libero, seconda nel volteggio e terza nelle parallele asimmetriche.
Il volteggio:


Le parallele asimmetriche:


La trave. Purtroppo manca il primo paio di secondi, con quell’ingresso che amo e che ha preso il suo nome:


Il corpo libero. Il video è di pessima qualità, ma Daniela riusciva sempre a fornire prestazioni straordinarie:


Qui si vede un po’ meglio anche se manca la parte finale con l’attesa del punteggio. La cosa curiosa è che il commento è lo stesso ma sembra siano state usate telecamere diverse. Dalle parole del commentatore è evidente che c’erano già stati I Mondiali quell’anno, ma io non sono riuscita a trovare una cronologia precisa delle singole gare. Daniela era già campionessa mondiale di specialità e qui si è presentata con un esercizio diverso, cosa per niente facile:


Al Gander Memorial è arrivata seconda nel concorso individuale.

.
In una gara a due nazioni Italia-Romania si è ovviamente piazzata prima nella competizione a squadre e terza in quella individuale.

.
Ai campionati romeni si è piazzata prima nei concorsi individuale e di parallele asimmetriche, trave e corpo libero.

.
In una gara a due nazioni Svizzera-Romania si è piazzata prima nella competizione a squadre e seconda in quella individuale.

.
Alla Swiss Cup si è piazzata prima nel concorso individuale.

.
Nella maggior parte dei casi non è indicato nessun piazzamento in competizioni a squadre o di specialità, il che mi fa sospettare che quelle gare non ci siano state. Fare il solo concorso individuale significa concentrare le gare in un solo giorno, cosa molto più facile a livello organizzativo. A fine stagione ci sono stati i Mondiali, ma di loro parlerò in un’altra occasione.

Advertisements
This entry was posted in ginnastica artistica and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s