Calgary 1988: la battaglia dei Brian

Brian Boitano

Nel pattinaggio artistico le Olimpiadi di Calgary 1988 sono indelebilmente legate alla “battaglia dei Brian”. L’americano Brian Boitano aveva vinto i Mondiali del 1986 e si era piazzato secondo a quelli del 1987, mentre il canadese Brian Orser era stato secondo nel 1986 e primo nel 1987. In teoria c’era a fare da terzo incomodo il sovietico Alexander Fadeev, campione europeo in carica e vincitore dei Mondiali del 1985 davanti a Orser e Boitano. E almeno negli esercizi obbligatori Fadeev era lì visto che si è piazzato al primo posto, davanti a Boitano e Orser. Però un atterraggio non proprio perfetto nel primo salto della combinazione del suo programma tecnico ha relegato Fadeev al nono posto della classifica di giornata e lo ha escluso dalla possibilità di lottare per la medaglia d’oro. I due Brian invece non hanno deluso.
Il programma tecnico di Brian Orser:


Il migliore della giornata, con il punteggio tecnico che oscillava fra il 5,7 e il 5,8 e quello artistico che oscillava fra il 5,8 e il 5,9. Questo invece è l’esercizio di Brian Boitano:


Il punteggio di Boitano non è stato molto più basso, ma quel poco è bastato per far vincere al canadese il programma di giornata, anche se nella classifica assoluta è rimasto davanti l’americano.

.
La classifica dopo due giorni di gara:
1 Brian Boitano (1,2 + 0,8 =2,0) con due secondi posti
2 Brian Orser (1,8 + 0,4 = 2,2) con un terzo e un primo posto
3 Alexander Fadeev (6,0 + 3,6 = 4,2) con un primo e un nono posto
4 Viktor Petrenko (3,6 + 1,2 = 4,8) con un sesto e un terzo posto
5 Grzegorz Filipowski (4,2+ 1,6 = 5,8) con un settimo e un quarto posto.

.

Brian Orser

Il programma lungo assegnava 1,0 punti al primo, 2,0 al secondo, 3,0 al terzo e così via. Con una classifica di questo tipo era evidente che chi fra i due Brian avesse fatto il libero migliore avrebbe vinto l’oro. Fadeev anche se avesse fatto un programma perfetto non avrebbe potuto andare più avanti del secondo posto, a meno che entrambi i Brian avessero commesso gravi errori nel loro programma, al punto da consentire ad almeno un atleta di inserirsi nella classifica del libero fra la loro posizione e quella di Fadeev. Il sovietico aveva un compito difficile e non ce l’ha fatta: ha realizzato solo il quarto libero, inferiore quindi anche a quello del suo compagno di squadra Viktor Petrenko, e ha perso pure la medaglia di bronzo a favore di quest’ultimo.


Il suo punteggio di Calgary:
5,8 – 5,9 – 5,9 – 5,9 – 5,9 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,9
5,8 – 5,9 – 5,7 – 5,8 – 5,8 – 5,9 – 5,8 – 5,8 – 5,9
Questo invece è il programma lungo di Brian Orser:


Il punteggio:
5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,8 – 5,9
5,9 – 5,9 – 5,8 – 5,8 – 5,9 – 5,8 – 5,9 – 5,9 – 6,0

.
Il secondo, terzo, quarto, quinto e sesto giudice hanno preferito Boitano, il primo settimo, ottavo e nono hanno preferito Orser. Una differenza di 5 a 4, e a rendere la cosa ancora più equilibrata c’è il fatto che sommando i punteggi assegnati dal terzo e dal quinto giudice Boitano e Orser arrivano alla stessa cifra, 13,6 nel primo caso e 13,7 nel secondo. In questo caso il giudice ha assegnato una posizione migliore all’americano perché, a parità di punteggi, all’epoca veniva dato un peso maggiore al punteggio tecnico. Dall’anno dopo il regolamento è cambiato e ha acquisito maggior valore il punteggio artistico, almeno nel programma lungo. Se il nuovo regolamento fosse entrato in vigore un anno prima con quei punteggi le Olimpiadi le avrebbe vinte Orser. Onore a entrambi comunque per una delle più belle finali olimpiche della storia.

.
Questa la classifica finale:
1 Brian Boitano (2, 2, 1) 3.0
2 Brian Orser (3, 1, 2) 4.2
3 Viktor Petrenko (6, 3, 3) 7.8
4 Alexander Fadeev (1, 9, 4) 8.2
5 Grzegorz Filipowski (7, 4, 5) 10.8
6 Vladimir Kotin (5, 6, 8) 13.4
7 Christopher Bowman (8, 5, 7) 13.8
8 Kurt Browning (11, 7, 6) 15.4
9 Heiko Fischer (4, 11, 10) 16.8
10 Paul Wylie (12, 8, 9) 19.4
I risultati completi: http://www.sports-reference.com/olympics/winter/1988/FSK/mens-singles.html

 

Advertisements
This entry was posted in pattinaggio and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s