Campionati del Mondo 1991: il gala maschile

Kurt Browning in Johnny Guitar

Ai Mondiali del 1991 Christopher Bowman si è piazzato quinto dopo l’argento del 1989 e il bronzo del 1990. Per lui quindi si è trattato di un risultato deludente, anche se da quel che ho letto ultimamente spesso Christopher aveva la testa molto lontana dal pattinaggio e le delusioni arrivavano proprio a causa di un’insufficiente preparazione o concentrazione sulla gara. Ha partecipato al gala finale? Onestamente non lo ricordo e su youtube non ho trovato video, ma visto che è sempre un piacere guardare Bowman pattinare metto quello di Skate America del 1991, gara da lui vinta davanti a Petr Barna e Todd Eldredge:

Petr Barna ha ottenuto quello che sarebbe rimasto il suo miglior risultato di sempre a un Campionato del Mondo, il quarto posto. Era la sua ottava partecipazione (16°, 13°, 16°, 8°, 8°, 5° e 6° negli anni precedenti). A livello europeo era stato più fortunato con una medaglia di bronzo nel 1989, quella d’argento sia nel 1990 che nel 1991 e l’oro che avrebbe conquistato nel 1992. In quello stesso 1992 sarebbe anche riuscito a conquistare un meritato bronzo olimpico (in una gara però abbastanza sottotono). Il suo limite era il triplo Axel, salto che i suoi principali rivali eseguivano con disinvolutra e che lui invece non riusciva a padroneggiare. A livello interpretativo però era all’altezza dei migliori, come dimostra il suo straordinario gala in cui veste i panni di Charlie Chaplin:

Il due volte campione americano Todd Eldredge, quinto all’esordio mondiale l’anno prima, ha conquistato la medaglia di bronzo. Questa la sua esibizione:

Viktor Petrenko era un pattinatore molto esperto, oltre che uno dei favoriti. Al suo attivo, con sei precedenti partecipazioni, aveva già un bronzo (1988, anno in cui aveva conquistato anche un bronzo olimpico) e un argento (1990). A livello europeo aveva conquistato due ori (1990 e 1991) e due bronzi (1987 e 1988) in sei partecipazioni. Erano insomma diversi anni che si trovava sempre nelle posizioni di vertice, con il solo 1989 deludente a causa di un infortunio. Primo dopo il programma corto, è stato superato in classifica da Kurt Browning e si è dovuto accontentare ancora una volta della piazza d’onore. Il suo gala:

Kurt Browning ha vinto il suo terzo Campionato del Mondo. Era dai tempi di Scott Hamilton (1981-1984) che un pattinatore non vinceva tre titoli mondiali consecutivi. Hamilton era arrivato addirittura a quattro, poi negli anni successivi c’erano state una vittoria per Alexander Fadeev, due per Brian Boitano e una una per Brian Orser. Il dominio del canadese a questo punto appariva decisamente solido. Nel gala ha presentato ben tre pezzi, tutti molto diversi fra loro.

Il primo programma, Johnny Guitar, su una canzone di Peggy Lee, si richiama all’omonimo film. Per chi non lo conoscesse qui, a grandi linee, si può trovare la trama: http://it.wikipedia.org/wiki/Johnny_Guitar. La coreografia è di Kevin Cottam. Un solo salto, verso la fine, e una delle prime vere dimostrazioni dell’enorme capacità interpretativa di Kurt. Il testo della canzone:

Play the guitar play it again my Johnny
Maybe you’re cold but you’re so warm inside

I was always a fool for my Johnny
For the one they call Johnny guitar
Play it again, Johnny guitar

What if you go what if you stay I love you
What if you’re cruel you can be kind I know

There was never a man like my Johnny
Like the one they call Johnny guitarJ

There was never a man like my Johnny
Like the one they call Johnny guitar
Play it again Johnny guitar

There was never a man like my Johnny
Like the one they call Johnny guitar
Play it again Johnny guitar

World on a String è una canzone di Louis Armstrong. L’abbinamento per me più famoso fra Browning e Armostrong è What a Wonderful World, per tanti anni il programmi di gala preferito da Kurt. Da tanto tempo non posso più sentire quella canzone senza rivedere nella mia mente Browning che pattina. Il testo di World on a String:

I`ve got the world on a string,
Sittin` on a rainbow.
Got the string around my finger.
What a world! What a life! I`m in love.

I`ve got a song that I sing,
I can make the rain go
Any time I move my finger.
Lucky me! Can`t you see I`m in love?

Life is a beautiful thing
As long as I hold that string.
I`d be a silly so-and-so
If I should ever let it go.

I`ve got the world on a string,
Sitting on a rainbow.
Got the string around my finger.
What a world! What a life! I`m in love.

(Instrumental Part)

Life is a beautiful thing
As long as I hold that string.
I`d be a silly so-and-so
If I should ever let it go.

I`ve got the world on a string,
Sitting on a rainobw.
Got the string around my finger.
What a world! What a life!
What a world! What a life!
What a world! What a life!
I`m in love.

Il programma conclusivo dei Mondiali è stato Charlie Brown

 

Advertisements
This entry was posted in pattinaggio and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s