Ekaterina Gordeeva e Sergei Grinkov: Serenata al chiaro di luna

Ekaterina Gordeeva e Sergei Grinkov, la più famosa coppia del mondo di artistico, erano partner sul ghiaccio ma anche nella vita ed era proprio il loro amore ad aver reso assolutamente unico il loro modo di pattinare (pagine 65-66)

spiega Betty, l’insegnante di pattinaggio della serie Tre amiche sul ghiaccio di Mathilde Bonetti a Cleo e Davide, giovane coppia di artistico che continua a bisticciare. Il libro è il secondo della serie, Trottole e batticuori, e poco più avanti, alle pagine 82-84, Cleo riassume la loro storia. Tutte cose che io già sapevo dato che ho visto in diretta televisiva la coppia vincere Europei e Mondiali del 1990 ed Europei e Olimpiadi del 1994, e che ho sentito il telegiornale parlare della morte di Sergei nel 1995. Tutte cose che ho raccontato ad Alessia e Ilaria ben prima che ne parlasse la Bonetti, ma sono felice di vedere che il libro unisce così realtà e fantasia. Per chi non ha una conoscenza del pattinaggio anche queste brevi informazioni sono interessanti, e parlare della realtà mi consente di rendere la lettura più viva con le mie bimbe.

Ricordo rapidamente i risultati di Ekaterina Gordeeva e Sergei Grinkov: oro alle Olimpiadi del 1988 e 1994, oro ai Mondiali nel 1986,1987, 1989 e 1990, l’unica volta che sono andati “male”, nel 1988, si sono dovuti accontentare dell’argento, oro agli Europei 1988,1990 e 1994, argento all’esordio nel 1986 e ritirati per un problema legato alla musica nel 1987. Fra la fine del 1990 e l’inizio del 1993 hanno preferito fare altro, cose come sposarsi nel 1991, avere una figlia, Daria, nata l’11 settembre del 1992, e pattinare per Stars On Ice. Si stavano allenando proprio per Stars On Ice quando Sergei è stato colpito da infarto. A un certo punto durante gli allenamenti si è fermato, ha detto di avere le vertigini, si è seduto e non si è più mosso. La corsa in ospedale non è servita a niente. Sergei aveva una malformazione cardiaca congenita mai diagnosticata, ed è morto a soli 28 anni. Nel 2002 Ekaterina si è risposata con Ilia Kulik, campione olimpico del 1998, europeo del 1995 e vicecampione mondiale nel 1996. L’anno prima alla coppia era nata la figlia Liza.

La Bonetti ricorda la stupenda interpretazione della Sonata al chiaro di luna pattinata da Gordeeva-Grinkov alle Olimpiadi del 1994, programma che giustamente gli è valso l’oro, ed è questo l’esercizio che vi ripropongo io:

L’esercizio con cui Ekaterina ha ricordato il suo Sergei e ha iniziato una carriera da singolarista. Notare che all’inizio lei finge di stringere ancora la mano di lui:

 

Advertisements
This entry was posted in pattinaggio and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s