Daniela Silivas alle Olimpiadi di Seoul 1988

Sono partita decisamente tardi. Avrei voluto tracciare una breve biografia di altre ginnaste che ho visto e apprezzato nel corso degli anni, perché ora sono arrivata ad atlete le cui gare ho visto in diretta o in lieve differita, ginnaste come Svetlana Boginskaya, Shannon Miller, Lavinia Milosovici, Simona Amanar, o tuffatrici come Gao Min e Fu Minxia, e magari anche qualcun altro (mica volevo parlare solo donne, anche se tutti i nomi che ho scritto sono di donne), ma le Olimpiadi stanno iniziando e io ho altre cose da fare, perciò per ora mi fermo qui, a Daniela Silivas. Il titolo è lievemente diverso rispetto al solito, non solo il nome dell’atleta ma anche una specifica gara. Il motivo è semplice: per me Daniela Silivas è, ancora oggi, la ginnastica artistica. E se qui mi soffermo solo sulle Olimpiadi di Seoul 1988 è perché ho già dedicato ampio spazio,  ne dedicherò ancora in futuro, alla Silivas.

Avevo visto per caso il concorso individuale e per curiosità quello a squadre alle Olimpiadi di Los Angeles 1984, ed ero stata colpita da tre ragazze romene: Ecaterina Szabo, Simona Pauca e Laura Cutina. Così, quando lo speaker ha chiamato “Daniela Silivas from Rumenia” per il suo esercizio alle parallele asimmetriche io ero molto curiosa. A quelle Olimpiadi ogni volta che è andata alle parallele Daniela ha ottenuto lo stesso punteggio: 10,00. Potevo non diventare immediatamente una sua fan? Da quel momento nella ginnastica artistica io tifo per le romene, a meno di essere colpita da una ragazza di un’altra nazione. Sette i 10,000 di Daniela nella competizione, tanti quanti quelli di Nadia Comaneci nel 1976. Sei medaglie, una in ciascuna disciplina.

Il concorso a squadre viene vinto dall’Unione Sovietica davanti alla Romania e alla Germania dell’Est: https://en.wikipedia.org/wiki/Gymnastics_at_the_1988_Summer_Olympics_%E2%80%93_Women%27s_artistic_team_all-around

Il volteggio nella fase degli obbligatori (9,900):

Le parallele asimmetriche nella fase degli obbligatori (10,000):

La trave nella fase degli obbligatori (9,875). Questo è l’unico punteggio inferiore al 9,900 che riceve nell’intera Olimpiade:

Il corpo libero nella fase degli obbligatori (10,000):

Il volteggio (9,900+9,900):

Le parallele asimmetriche (10,000):

La trave (10,000). Questo è l’ultimo punteggio perfetto di una ginnasta nell’esercizio della trave alle Olimpiadi:

Il corpo libero (9,900):

Il concorso individuale viene vinto da Yelena Shushunova davanti alla Silivas e a Svetlana Boginskaya. Yelena, anche lei capace di ottenere ben sette 10,000, vince di un soffio (0,025) grazie alla migliore prestazione nella fase di qualificazione.

Le parallele asimmetriche (10,000):

La trave (9,900):

Il corpo libero (10,000):

Il volteggio. Il primo salto ha una valutazione controversa (tre giudici lo valutano 10,000, due lo valutano 9,900 e Nellie Kim, il giudice sovietico, lo valuta 9,800):

 

Class. Ginnasta Volteggio Parallele Asimmetriche Trave Corpo libero Prelim. Totale
Gold medal icon.svg Elena Shushunova (URSS) 10.000 9.900 9.925 10.000 39.837 79.662
Silver medal icon.svg Daniela Silivaş (ROM) 9.950 10.000 9.900 10.000 39.787 79.637
Bronze medal icon.svg Svetlana Boginskaya (URSS) 9.950 9.950 9.900 9.900 39.700 79.400
4 Gabriela Potorac (ROM) 9.800 9.900 9.950 9.925 39.462 79.037
5 Natalia Laschenova (URSS) 9.825 9.825 9.875 9.900 39.450 78.875
6 Aurelia Dobre (ROM) 9.825 9.900 9.900 9.850 39.337 78.812
7 Dörte Thümmler (DDR) 9.900 9.975 9.725 9.925 39.275 78.800
8 Dagmar Kersten (DDR) 9.925 9.900 9.725 9.900 39.325 78.775
9 Diana Doudeva (BUL) 9.800 9.875 9.825 9.900 39.325 78.725
10 Brandy Johnson (USA) 9.825 9.875 9.825 9.725 39.275 78.525

Daniela ha la sua rivincita nei concorsi di specialità. Bronzo al volteggio dietro a Svettlana Boginskaya e Gabriela Potorac.

C O C+O Prelim. Finale Totale
Gold medal icon.svg Svetlana Boginskaya (URSS) 9.900 9.975 19.875 9.937 9.968 19.905
Silver medal icon.svg Gabriela Potorac (ROM) 9.800 9.975 19.775 9.887 9.943 19.830
Bronze medal icon.svg Daniela Silivaş (ROM) 9.900 9.900 19.800 9.900 9.918 19.818
4 Boriana Stoyanova (BUL) 9.850 9.975 19.825 9.912 9.868 19.780
5 Brandy Johnson (USA) 9.850 9.800 19.650 9.825 9.949 19.774
6 Dagmar Kersten (DDR) 9.800 9.950 19.750 9.875 9.881 19.756
7 Wang Xiaoyan (CHI) 9.775 9.900 19.675 9.837 9.893 19.730
8 Elena Shushunova (URSs) 10.000 10.000 20.000 10.000 9.712 19.712

Oro alle parallele asimmetriche davanti a Dagmar Kesten e Shushunova.

C O C+O Prelim. Finale Totale
Gold medal icon.svg Daniela Silivaş (ROM) 10.000 10.000 20.000 10.000 10.000 20.000
Silver medal icon.svg Dagmar Kersten (DDR) 10.000 9.975 19.975 9.987 10.000 19.987
Bronze medal icon.svg Elena Shushunova (URSS) 9.925 10.000 19.925 9.962 10.000 19.962
4 Dörte Thümmler (DDR) 9.950 9.950 19.900 9.950 9.950 19.900
5 Svetlana Boginskaya (URSS) 9.925 9.900 19.825 9.912 9.987 19.899
6 Iveta Polokova (CEC) 9.825 9.900 19.725 9.862 9.975 19.837
7 Aurelia Dobre (ROM) 9.825 9.900 19.725 9.862 9.962 19.824
8 Phoebe Mills (USA) 9.750 9.925 19.675 9.837 9.950 19.787

Oro alla trave davanti a Shushunova e, terze pari merito, Potorac e Phoebe Mills. Non so perché il blog non vuole caricare il video, fra l’altro di ottima qualità. Lo potete trovare a questo link (e dovete pure riportare il video all’inizio perché, chissà per quale motivo, altrimenti salta tutto il minuto e 30′ dell’esercizio): https://www.youtube.com/watch?v=pGggpB2Ttwo#t=93.094964.

C O C+O Prelim. Finale Totale
Gold medal icon.svg Daniela Silivaş (ROM) 9.875 10.000 19.875 9.937 9.987 19.924
Silver medal icon.svg Elena Shushunova (URSS) 9.900 9.950 19.850 9.925 9.950 19.875
Bronze medal icon.svg Gabriela Potorac (ROM) 9.875 9.900 19.775 9.887 9.950 19.837
Bronze medal icon.svg Phoebe Mills (USA) 9.850 9.900 19.750 9.875 9.962 19.837
5 Svetlana Boginskaya (URSS) 9.900 9.975 19.875 9.937 9.850 19.787
6 Diana Doudeva (BUL) 9.725 9.900 19.625 9.812 9.912 19.724
7 Kelly Garrison-Steves (USA) 9.775 9.800 19.575 9.787 9.862 19.649
8 Ulrike Klotz (DDR) 9.750 9.850 19.600 9.800 8.325 18.125

Oro al corpo libero davanti a Boginskaya e Diana Doudeva.

Rank GymnastGymnast C O C+O Prelim. Finale Totale
Gold medal icon.svg Daniela Silivaş (ROM) 10.000 9.900 19.900 9.950 9.987 19.937
Silver medal icon.svg Svetlana Boginskaya (URSS) 9.900 9.925 19.825 9.912 9.975 19.887
Bronze medal icon.svg Diana Doudeva (BUL) 9.900 9.900 19.800 9.900 9.950 19.850
4 Deliana Vodenitcharova (BUL) 9.850 9.900 19.750 9.875 9.962 19.837
5 Beata Storczer (UNG) 9.850 9.900 19.750 9.875 9.800 19.675
6 Phoebe Mills (USA) 9.900 9.900 19.800 9.900 9.762 19.662
7 Elena Shushunova (URSS) 9.900 10.000 19.900 9.950 9.625 19.575
8 Dörte Thümmler (DDR) 9.900 9.950 19.850 9.925 9.600 19.525

La Silivas parte da Seoul con 3 medaglie d’oro, 2 d’argento e 1 di bronzo. In carriera, fra il 1985 e il 1989, ha conquistato anche 7 medaglie d’oro ai Mondiali (trave 1985, squadre, parallele e corpo libero 1987, parallele, trave e corpo libero 1989), 2 medaglie d’argento (squadre 1985 e 1989) e 1 di bronzo (concorso individuale 1987). Agli Europei ha conquistato 5 ori (concorso individuale, parallele, trave e corpo libero 1987, corpo libero 1989), 3 argenti (volteggio 1987, concorso individuale e parallele 1989) e 2 bronzi (corpo libero 1985, trave 1989).

Advertisements
This entry was posted in ginnastica artistica and tagged . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s